By: Stectech

Web Design Company

Normativa

LE FONDAZIONI LIRICO SINFONICHE: TRA CRISI E RIFORMA

 

SI SEGNALA LA NUOVA RIVISTA ONLINE

 

 

Il 12 febbraio 1737 con l'opera "Achille in Sciro"

viene inaugurato a Napoli il Teatro San Carlo,

progettato da Giovanni Antonio Medrano

e costruito accanto al Palazzo Reale

su indicazionedi Carlo III di Borbone

(fonte: www.accaddeoggi.it)

 

san carlo

 

 

 

In ricordo di un Maestro ... in compagnia di altri due

Scola Troisi Mastroianni

        Ettore Scola sul set di Che ora è, 1989

      

("Scola, Troisi, Mastroianni". Con licenza Pubblico dominio tramite Wikipedia - https://it.wikipedia.org/wiki/File:Scola,_Troisi,_Mastroianni.jpg#/media/File:Scola,_Troisi,_Mastroianni.jpg)

 


 

Da sempre

l’Arte racconta l’Uomo e il suo Spirito,

ricavando i propri lemmi da tutto ciò che trova fermo e muto:

produce suoni nel silenzio, modula la voce in canto,

estrae dalla materia, la scava, incide, impressiona,

muove lo spazio, lo accarezza, vi si spinge,

sollecita comunque, e sempre, la sensibilità.

È un linguaggio ispirato che ispira emozioni,

creando espressione in ciò che prima era inerte.

Apparentemente superflua  

rispetto a ciò che serve materialmente a vivere,

l’Arte svela un bisogno ancestrale  

che accompagna senza soste l’evoluzione dell’Umanità.

L’Arte evoca il bello e il bene, 

ma racconta e interpreta anche l’orrore e il male,

lo denuncia o soltanto lo racconta

e, così, ce lo ricorda.

Nella tragedia greca antica  

la rappresentazione conduceva lo spettatore per mano

in un percorso catartico capace di migliorarlo.

Ancor’oggi le espressioni artistiche portano ad interrogarci

sull’essenza più profonda del vivere.

Se può discutersi di una dimensione etica dell’Arte,

questa pare mossa dall’esigenza di riflettere,

o di ritrovare,  

nelle cose della natura una dimensione dell’Anima.

E nei luoghi di culto l’Arte è considerata un tributo a Dio,

celebriamo il Sublime con la musica, il canto e le arti figurative.

Non fosse che per questo,  

ci auguriamo che l’Arte riceva sempre

nelle nostre società e dal diritto che le informa

la più intensa tutela e valorizzazione.

                        Emanuela De Roma

MUSIUS tenta di restituire a coloro che vivono per l’espressione artistica un tributo di riconoscenza

attraverso lo studio, la ricerca e la divulgazione del diritto della musica, dello spettacolo e delle arti.


 

Buon Natale

e Felice Anno Nuovo a tutti Voi

Gerrit von Hornhltz Adorazione dei Pastori. 1919 20

 Gerrit von Hornhltz, Adorazione dei Pastori, 1919 -1920

 

 

 

MUSIUS - L’Associazione MusIus – Centro Studi Giuridici per la Musica lo Spettacolo e le Arti nasce nel 2013.
Il suo 
principale obiettivo è quello di studiare le norme e i principi che disciplinano lo spettacolo dal vivo, la musica ed in generale l’arte nell’ordinamento giuridico italiano ed, in prospettiva comparatistica, negli ordinamenti europei ed internazionali.

Il principio ispiratore dell’attività del Centro Studi muove dall’articolo 9 della Costituzione repubblicana, che pone la cultura e la ricerca scientifica tra i principi fondamentali tutelati dallo Stato italiano.

Le prime analisi ed attività sono state rivolte verso il sistema delle attività musicali e di spettacolo dal vivo sostenute dal finanziamento pubblico, con specifico riferimento a quello erogato dal Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali tramite il Fondo Unico per lo Spettacolo (F.U.S.).
È infatti convinzione dei Soci fondatori che l’intervento pubblico nella promozione e nel sostegno di questa attività culturali costituisca un ineludibile strumento per la loro diffusione ed al contempo strumento di garanzia di libertà delle forme di espressione culturale ed artistica, sia rispetto ai “produttori” che riguardo ai “fruitori”.

Principale attenzione è stata rivolta alle fondazioni lirico-sinfoniche, che in questi ultimi anni hanno evidenziato i maggiori livelli di criticità ed accusato i limiti di una legislazione nazionale che si è rivelata troppo spesso dettata da esigenze contingenti e priva di quella organicità e sistematicità che invece la materia richiederebbe.

Leggi tutto: Musius - L'IDEA